Le alterazioni temporali nell’autismo riguardano più che altro la percezione che l’individuo ha del tempo stesso. Con uno studio condotto negli scorsi anni dalla facoltà di Psicologia dell’Università della California, si è cercato di comprendere se esistesse o meno un nesso tra la percezione del tempo alterata e il disturbo dello spettro autistico. Preso in esame un variegato campione composto da bambini sottoposti ad un test, la conclusione cui si è giunti è quella secondo la quale i bambini con deficit di attenzione o con il disturbo dello spettro autistico, tendono a sovrastimare i tempi brevi e sottostimare quelli lunghi e questa problematica è maggiormente riscontrata nella giovane età.

Tuttavia non è l’unica alterazione o difficoltà che le persone autistiche riscontrano nella percezione del tempo. Infatti, secondo il racconto di un padre che scrive delle sue giornate con il figlio autistico, quest’ultima non risulta in grado di comprendere, effettivamente, l’avanzare del tempo. Trova difficile seguire delle tabelle di marcia e trovare la consapevolezza dello scorrimento del tempo. Questa problematica esiste anche in quanto il tempo che scorre è sinonimo di cambiamento, talvolta repentino, talvolta disteso in un lasso di tempo ampio. Come sappiamo, chi soffre del disturbo dello spettro autistico, non è in grado di accogliere il cambiamento con serenità e quando si verifica una situazione diversa da quella consueta, si cade in stati di crisi talvolta acuti.

L’idea che potrebbe nascere dalla consapevolezza di queste difficoltà e delle problematiche che sono costretti ad affrontare, potrebbe essere quella di una serie di prodotti che mettano l’individuo all’interno di una situazione differente di volta in volta. Iniziare con un approccio più temporalmente statico per poi dinamizzarlo e variarlo: si potrebbe così tentare di far abituare il bambino ai cambiamenti, cercando anche di metterlo innanzi allo scorrimento del tempo in maniera serena e non traumatica.

 

Fonti:

https://www.portale-autismo.it/percezione-nelle-autismo/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25078724

https://guidoautistico.wordpress.com/2015/04/29/il-treno-e-il-tempo/

 

Commenta questo post