Oggi l’esperienza del corso si è arricchita con la testimonianza delle designer Valentina Ceruti e Manuela Ciancilla, che con Sara Deambrosis sono le fondatrici di H.story, un’associazione che progetta strumenti e strategie di comunicazione da inserire nelle realtà sanitarie per migliorare le dinamiche relazionali tra i pazienti e il personale medico.

L’incontro si è focalizzato sulle metodologie necessarie al designer per individuare aree di opportunità anche in ambiti problematici quali quelli legati alla patologia dell’Autismo – analisi del contesto, osservazione dell’utente e formulazione degli scenari – e sulla capacità di questa figura professionale di apportare un contributo trasversale orientato al miglioramento delle condizioni degli attori coinvolti attraverso la progettazione di soluzioni innovative, ripercorrendo in modalità analitica un reale caso studio.

Commenta questo post