L’attività aerobica per i bambini con autismo aumenta le capacità di attenzione, favorisce l’acquisizione della capacità di finalizzare il comportamento al compito da realizzare e di rispondere correttamente alle richieste; l’attività fisica, aiuta anche a mettere sotto controllo molti tipi di comportamento inappropriato. Gli esercizi che favoriscono l’allungamento dei muscoli aiutano gli autistici a decontrarsi e quindi migliorano la postura e facilitano l’attenzione e la partecipazione alle attività.

Uno degli aspetti che rende rilevante l’educazione fisica per i ragazzi autistici sta proprio nel fatto che in gran parte essa si vale di routine: in determinati giorni si va a scuola con la borsa da ginnastica, dentro cui vanno riposte determinate cose e non altre, cose che poi vanno riportate a casa; che ci si sveste e riveste in luoghi appositi (spogliatoi), seguendo determinate procedure; che gli attrezzi ginnici stanno in luoghi precisi e lì vanno riposti, ecc.

E’ stato dimostrato che il cervello di adulti fisicamente attivi può rimanere plastico più a lungo e questo è un aspetto fondamentale per gli autistici che apprendono molto lentamente e hanno bisogno di tempo per “crescere”. L’attività fisica incanala l’eccesso di energia che questi bambini hanno e non sanno gestire e quindi influenza positivamente il loro comportamento; scarica le tensioni. Tra l’altro spesso hanno comportamenti alimentari scorretti; il movimento limita i danni di un eccesso di cibi di un certo tipo e aumenta l’appetito, quindi fornisce la possibilità di migliorare la qualità dell’alimentazione, il rispetto dei tempi, ecc. Anche il sonno è un problema per molti ragazzi autistici. Giornate con molta attività fisica aiutano a essere stanchi la sera e quindi possono favorire naturalmente il sonno.

Link: Istruzioneer.itPalaestra.com

Commenta questo post