Blooe è il risultato di un concorso indetto dall’associazione NatiPer che vede un gruppo di ragazzi affetti da autismo impegnati in modo diretto nella progettazione di un oggetto.

Il progetto è nato per dimostrare che i ragazzi autistici, se opportunamente guidati e inseriti in contesti di lavoro adeguatamente strutturati possono essere ottimi lavoratori.

I ragazzi coinvolti all’interno del laboratorio creativo, realizzano una lampada di design assemblata prevalentemente con tappi di detersivi che vengono raccolti, grazie al contributo di scuole, associazioni e gruppi di cittadinanza attiva.

Le lampade vengono prodotte attraverso un processo standardizzato che utilizza alcune peculiarità comuni a molti soggetti autistici, quali predisposizione a svolgere attività mnemoniche e ripetitive che ben si sposano con l’idea della produzione realizzata a mano per piccole tirature seriali.

Il progetto Blooe vuole affermare un nuovo concetto di social design, dove al valore estetico di un oggetto, che deriva dal processo creativo, possa accostarsi anche un alto valore sociale.

 

Fonte: https://concorso.natiper.it

Commenta questo post