Azioni semplici che viviamo tutti i giorni possono per le persone affette da autismo essere una vera impresa. L’elevata sensibilità alle vibrazioni e ai suoni in certi casi può rappresentare un elemento di difficoltà non trascurabile.
Tagliare i capelli a un bambino, com’è noto, spesso non è un’impresa facile, lo è ancor meno quando il bambino è affetto da autismo. Le eccessive vibrazioni posso rischiare di innervosirli e facilmente l’intento non riesce a concludersi positivamente. Un’opzione che riesce a rendere l’esperienza meno invasiva e più rilassante, sono queste forbici graduate sviluppate da Calming Clipper che grazie ai diversi accessori in dotazione può essere il sostituto perfetto alla macchinetta per tagliare i capelli.
Per rendere più agevole l’azione è bene prendersi delle pause, lavorare in piccole sessioni e cercare di non costringere la persona a stare seduta. É possibile usare suoni ed immagini per distrarli e tenerli occupati. Mentre si effettua il taglio è bene contare fino a dieci prima che ci si fermi, così si creano delle pause che possono tranquillizzarli.

http://calmingclipper.com

Commenta questo post