Sono molte le pagine social che trattano il tema dell’autismo, documentando la vita quotidiana di soggetti autistici. Tra queste, su Instagram, spopola la pagina di Franco e Andrea, padre e figlio autistico; il loro è un mesaggio molto forte, che porta sui social la quotidianità dell’autismo, in ogni suo momento.

Dalla diagnosi di autismo al viaggio attraverso l’America

A soli 3 anni ad Andrea è stata diagnosticata una forma di autismo, è da quel momento che Franco, suo padre, ha deciso di iniziare un’altra vita, per poter concedere al figlio tutto l’affetto e l’amore possibile. Nel 2010 i due sono partiti per un viaggio in moto attraverso l’America, da Miami all’Amazzonia, con lo slogan “Autismo on the road”. Questo atto di coraggio e amore ha così ispirato il film di Gabriele Salvatores “Tutto il mio folle amore”.

Cosa si sbaglia nell’approccio ai soggetti autistici?

Quello che afferma Franco è che l’errore che spesso si fa nella gestione dell’autismo è creare centri, gruppi, associazioni che si chiudono in se stessi. Un tempo per chi era affetto da disturbi di questo genere c’erano i manicomi, ora invece esiste un altro tipo di isolamento, e questo è estremamente sbagliato.

Se trenta persone dedicassero un giorno al mese a testa a un ragazzo autistico si farebbero grandi passi avanti. Invece, chiusi nei nostri telefonini, siamo tutti sensibili, mettiamo tanti like, tutti vorremmo fare qualcosa per l’inclusione ma nessuno muove un dito.

Ma Franco questo l’ha fatto, ha voluto dare l’esempio in prima persona. Insomma dimostrare al mondo che l’autismo non può e non deve rappresentare un ostacolo per la vita di un figlio.

Una storia che continua

Tuttora Franco e Andrea sono impegnati in imprese sociali in giro per l’Italia, nel progetto “I Bambini delle fate”. Nel loro tentativo (riuscito) di portare l’autismo “On the road” hanno riempito le pagine social di immagini cariche di felicità e voglia di fare, con uno spirito sorridente e rock.

Sitografia: https://luce.lanazione.it/andrea-e-franco-antonello-quel-folle-amore-fra-padre-e-figlio-che-sconfigge-lautismo-e-diventa-un-film/

Commenta questo post