Come detto anche dal dottor Cattaneo durante l’incontro del 30 Ottobre, importantissimo, ma altrettanto difficile, è, per i soggetti autistici, l’apprendimento delle dinamiche temporali.

Il tempo, che rappresenta una sorta di “regola” per la vita quotidiana, è uno degli strumenti fondamentali per adattarsi alla vita sociale.

Durante le nostre ricerche di prodotti ci siamo imbattute casualmente nell’interessante iniziativa”Sequential Cycles” :

‘Sequential Cycles’ – ‘Cicli Sequenziali’ e’ il progetto finale svolto da Lucia Turco durante il Masters in Product Design alla Central Saint Martins di Londra, condotto durante l’anno accademico 2010-2011.

Il lavoro, basato su approfondita desk-research, e’ sfociato nella progettazione di un gioco per insegnare ai bambini, dislessici e non, come usare correttamente l’orologio. Nel corso dell’anno bambini ed insegnanti di una scuola specializzata nelle difficolta’ dell’apprendimento (Fairley House School, Londra) sono stati coinvolti in varie attivita’ di co-design che hanno influenzato l’esito del progetto stesso.

Pur essendo rivolto ai bimbi dislessici, il progetto potrebbe essere adattabile alla realtà dell’autismo rendendo molto più semplice attraverso il gioco l’insegnamento dei cicli temporali.

01gioco-300x199102-300x199

 

Il risultato di mesi di sperimentazione sul campo e’ un gioco da tavolo da svolgere in gruppo, che utilizza un approccio fisico e visuale all’apprendimento dell’orologio. Puo’ essere usato dall’insegnante con un gruppo di bambini, o a casa dai genitori coi propri figli.

010202gioco0305linea2  04AM_PM3  06cerniera

 

Sito del Progetto : Sequential Cycles

Commenta questo post