Un gioco che coinvolge, un’attività che aiuta

Gobug è un giocattolo ideato per favorire la grande necessità di inclusione sociale presente nei bambini affetti dallo spettro autistico i quali, a causa di molteplici fattori, mostrano grande difficoltà nell’approcciarsi a terzi, nell’esprimere le loro emozioni e nel comunicare.

Questo gioco interattivo è stato progettato per muoversi nello spazio piano grazie alla possibilità di essere pilotato da remoto, da un minimo di due utenti in simultanea, attraverso degli appositi joystick. 

I due controller, infatti, lavorano solo se attivati insieme: ogni giocatore punta il proprio verso una direzione favorita e, in base alla triangolazione, Gobug si sposta secondo delle coordinate nate da una precisa mediazione delle volontà dei due bambini; inoltre, tanto più i due joystick puntano una direzione comune, più velocemente si muove l’insetto. Ciò conferisce al gioco una grande funzionalità: esso è un’importante fonte per stabilire legami interpersonali, molto difficoltosi da creare altrimenti.

Gobug, inoltre, è programmato per dare dei feedback attraverso dei led colorati presenti nei controller: gli utenti, infatti, vengono avvisati sia se viene rilevata un’anomalia nell’utilizzo dell’oggetto che può comportare possibili pericoli, ma anche se i due o più bambini stanno cooperando bene dando, così, un messaggio positivo. 

La risposta tramite dei feedback elementari, come il colori discordi attivati se i due utenti puntano in direzioni opposte, si è dimostrata essere molto efficace e produttiva; l’attenzione di ogni bambino, attraverso questo metodo, è continuamente richiamata e viene, soprattutto, sviluppata la capacità cognitiva dei due soggetti impegnati nel coadiuvarsi, su livelli fisici e potenzialmente anche verbali, al fine di ottenere messaggi positivi: indici di bravura.

Tuttavia, in altri e forse più comuni casi, il robot può essere azionato da una persona neurotipica che, per mezzo di uno dei joystick, guida il soggetto autistico attraverso lo spazio stimolandogli, in questo modo, una maggiore consapevolezza dell’io interiore ed esteriore, degli spazi che il corpo occupa e dei movimenti fisico-motori realizzabili.

Semplicemente grande

In ultima sintesi, quindi, sono molti i modi con cui GoBug può accorrere ai bisogni dei bambini affetti da autismo. Esso è uno strumento pensato come mezzo di inclusione e di divertimento. Insegna ad accettare che ogni individuo è libero e unico a se stesso e, seguendo la libertà di ognuno, mostra come sia possibile trovare una strada comune anche tra i pensieri più discordi. Gobug è un gioco unico e molto intelligente, il suo fine è motivato e la progettazione è coerente e grazie a questi elementi esso è diventato un dinamico, elementare e ingegnoso aiuto per l’interazione sociale e lo sviluppo di ogni singolo bambino.

 

Sitografia

https://www.core77.com/posts/19262/Autism-Connects-Gobug-Interactive-Toy

Iconografia

https://www.google.com/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&ved=2ahUKEwiwmLj0lf7kAhUEzKQKHZnADLoQjRx6BAgBEAQ&url=%2Furl%3Fsa%3Di%26rct%3Dj%26q%3D%26esrc%3Ds%26source%3Dimages%26cd%3D%26ved%3D%26url%3Dhttps%253A%252F%252Fwww.core77.com%252Fposts%252F19262%252Fautism-connects-gobug-interactive-toy-19262%26psig%3DAOvVaw3e2nMU_M_t7Xa5ni41O0A8%26ust%3D1570126003920888&psig=AOvVaw3e2nMU_M_t7Xa5ni41O0A8&ust=1570126003920888

https://www.google.com/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&ved=2ahUKEwjArNDelf7kAhVFNOwKHUfgCTsQjRx6BAgBEAQ&url=%2Furl%3Fsa%3Di%26rct%3Dj%26q%3D%26esrc%3Ds%26source%3Dimages%26cd%3D%26ved%3D%26url%3Dhttp%253A%252F%252Fwww.tuvie.com%252Fgobug-toy-interactive-toy-for-children-with-autism-spectrum-disorder-to-better-connect-with-the-world-around-them%252F%26psig%3DAOvVaw3e2nMU_M_t7Xa5ni41O0A8%26ust%3D1570126003920888&psig=AOvVaw3e2nMU_M_t7Xa5ni41O0A8&ust=1570126003920888  

Commenta questo post