HomeMate è una scommessa della start-up milanese “Lorf” che vuole unire domotica e sistemi di sensori per migliorare la vita di persone affette da autismo.

Per fare questo non c’è bisogno solo di tecnologia, infatti come spiega il co-fondatore di Lorf: “La figura chiave del progetto è il Life Mentor: un educatore 4.0, in grado di capire i bisogni del soggetto autistico e quindi predisporre la piattaforma HomeMate in maniera ottimale”.

Questo progetto nasce da un bisogno primario del fondatore Andrea Buragina, che infatti ha un figlio di 11 anni affetto da autismo.

Il progetto è potuto partire grazie al crowfounding.

http://www.vita.it/it/story/2017/11/14/homemate-case-intelligenti-per-bambini-speciali/170/

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/homemate-case-intelligenti-aiutare-bimbi-autismo-1556152.html

Commenta questo post