Kaspar è un robot umanoide, progettato come compagno sociale per migliorare la vita dei bambini con autismo e altre difficoltà di comunicazione.

Interagendo e comportandosi in modo simile a quello dei bambini, Kaspar, aiuta gli insegnanti e i genitori a sostenere i bambini con autismo per superare le sfide che affrontano nella socializzazione e nella comunicazione con gli altri.

Molte sono le cose che può fare Kaspar:

  • Fa da mediatore sociale, aiutando i bambini a interagire meglio e comunicare con gli adulti e con altri bambini;
  • Aiuta i bambini a esplorare le emozioni di base;
  • Utilizza una serie di espressioni facciali e corporee semplificate, ma anche gesti e discorsi per interagire con i bambini, contribuendo a rompere l’isolamento sociale;
  • Consente di rispondere autonomamente al tocco, grazie i sensori sulle guance, sulle braccia, sul corpo, sulle mani e sui piedi, in questo modo aiuta i bambini a conoscere l’interazione tattile;
  • Aiuta a sviluppare abilità sociali come l’imitazione e il turno, capacità che i bambini con autismo possono trovare molto impegnative;
  • Impegna coppie di bambini contribuendo lo sviluppo delle attività di collaborazione;

 

Kaspar è il frutto di una vasta ricerca realizzata dal professor Kerstin Dautenhahn e da suoi collaboratori per l’università di Hertfordshire. Le ricerche, si sono effettuate sia nelle scuole sia nelle famiglie con lo scopo di valutare come gli insegnanti e genitori possono utilizzare il robot; i risultati hanno dimostrato che Kaspar può agire come strumento di apprendimento sicuro per i bambini con autismo, favorendo un miglioramento significativo delle interazioni sociali.

Fonti: http://www.herts.ac.uk/kaspar/meet-kaspar/kaspars-journey

Commenta questo post