La pedagogia dell’autismo, compresa attraverso il gioco. Gruppo_5

Di 25 Settembre 2018Warm-up

La pedagogia è un argomento molto delicato, ma lo è ancora di più se si vogliono capire le azioni e le motivazioni nel comportamento di bambini autistici. Un modo più semplice per comprenderla, è, quindi, analizzare e studiare i comportamenti che ha un bambino autistico durante un’attività di gioco.

Durante un’attività di gioco, il bambino, esprime quali siano le sue abilità migliori e mette in evidenzia quali siano quelle più deboli. Il gioco può aiutare a far comprendere al soggetto i comportamenti da avere in una “squadra”, i movimenti educabili, le abilità nascoste e il rispetto delle regole. Lo scopo del gioco è indirizzare le energie in maniera positiva. Il gioco non è l’obiettivo, ma bensì il mezzo. Perché tramite il gioco, l’individuo, può comprendere le capacità percettive di se stesso, degli altri e dell’ambiente in cui si trova. Giocando, si favorisce all’inclusione sociale di un bambino affetto da autismo.

Per l’educatore è importante avere comportamenti che mettano il soggetto a proprio agio ed in grado di esprimersi al meglio, soprattutto motivandolo ed incoraggiandolo con l’obiettivo del divertimento, ma rispettando le semplici regole imposte. Il linguaggio da utilizzare è un linguaggio semplice e di facile comprensione. Spesso l’apprendimento del bambino autistico avviene per visione e per imitazione. Sperimentando nuovi movimenti, il soggetto prova sensazioni nuove e diverse. Il ruolo dell’educatore è fondamentale per l’interazione con altri bambini facenti parte dello stesso gruppo.

Un individuo autistico ha un’attenzione spesso altalenante, va costantemente stimolata, inserendo oggetti premio per un buon comportamento. Bisogna rimarcare quali siano i compiti da svolgere, in questo modo avviene la responsabilizzazione e l’educazione all’autonomia del soggetto.

Il gioco è un’attività ampia, che comprende diverse sfaccettature. Con l’obiettivo del divertimento, si possono raggiungere buoni risultati che favoriscono la crescita motoria e cerebrale di un bambino affetto da autismo.

 

https://www.giuntiscuola.it/psicologiaescuola/blog-sos/autismo/il-gioco-per-il-bambino-con-autismo-un-volano-per-lo-sviluppo/

 

 

Commenta questo post