Nel 2012 nasce Niki Talk, progettato dall’informatico Alessandro La Rocca in seguito ad una personale necessità, “..sembrò subito evidente che un dispositivo a schermo tattile sarebbe stato la perfetta evoluzione del quaderno PECS […] purtroppo i primi entusiasmi si spensero con la pratica […] fu allora che decisi di creare una nuova applicazione..”.

Niki Talk contiene un album, comprensiva del testo e dei suoni collegati, personalizzata in base alle preferenze dell’utilizzatore, le immagini possono essere organizzate per categorie per semplificare la ricerca delle stesse. L’utilizzatore tocca un’immagine per indicare l’attività desiderata e costruisce delle frasi o comunica delle necessità.
Stefania La Rosa, parte del team che ha realizzato l’app, “..definì le caratteristiche principali dell’applicazione, in base alla sua esperienza quotidiana con i bambini: massima usabilità, la striscia per la composizione della frase, un aspetto simile al quaderno PECS per rendere il passaggio più semplice, la lavagna per disegnare eventuali simboli mancanti, ed una moltitudine di opzioni personalizzabili.”

Oltre alla applicazione originale ne sono state create altre che si occupano di settori più specifici, al fine di rendere l’apprendimento e la vita stessa dei soggetti più semplice. Di seguito alcune tra le più caratteristiche:

Niki Talk Designer è invece l’applicazione web che permette di creare un album personalizzato, includendo le proprie immagini, testo e parlato.

Niki Agenda si presta a essere utilizzata da chi necessita di un’organizzazione visiva delle giornate: consente di visualizzare le attività quotidiane sul calendario digitale mediante pittogrammi. Ciascuna giornata è scandita in tre fasi (mattina, pomeriggio e sera) e sono consentite due modalità di presentazione delle attività, giornaliera o settimanale, per fare in modo che vengano tutte ricordate nella loro corretta sequenza.

Niki Words permette all’utente di giocare con le parole, componendole con le giuste lettere, il tutto assistito dalla funzione spelling e di pronuncia delle singole lettere, così da permettere anche un corretto apprendimento. Le parole sono divise in categorie e l’applicazione permette la personalizzazione dei giochi e della loro difficoltà. Vi sono infatti altri giochi messi a disposizione da Niki, come il cruciverba e la lavagna magica. In particolar modo, nell’ultima citata, i bambini possono mettere in moto la loro fantasia, trascinando lettere a loro scelta, cambiando loro colore e dimensione.
Inoltre l’applicazione permette anche il cambio di lingua, diventando così uno strumento assai utile e completo.
Niki Story è un’applicazione per creare facilmente storie multimediali, foto album, libri parlanti, sequenze. Ogni pagina può contenere immagini, testo, testo in simboli (pittogrammi), una registrazione vocale, un video e dei disegni (realizzabili direttamente sullo schermo utilizzando le dita).
Niki Story permette di aiutare molto i soggetti con difficoltà comunicative complesse e con problemi di comportamento: amplia il vocabolario, migliora la comprensione, stimola le capacità narrative, sostiene il pensiero e la memoria, favorisce l’autonomia, l’inclusione e la partecipazione ai contesti di vita.

http://www.nikitalk.com/Default.aspx
https://www.mamamo.it/app/niki-talk-una-soluzione-per-la-caa-/

Commenta questo post