Il Neurofeedback è un trattamento rivelatosi molto vantaggioso per un vasto numero di sintomi della sfera dello spettro autistico. Negli ultimi anni, la tecnica è stata utilizzata sia in ambito sperimentale, sia in quello clinico e riabilitativo, e ha ottenuto ottimi risultati. Il beneficio ha interessato problemi quali crisi epilettiche, iperattività, deficit dell’attenzione, ansietà, incapacità di elaborare le informazioni, disordini del sonno e comportamenti ossessivo-compulsivi.
In particolare, la terapia del Neurofeedback è un controllo a retroazione. Sfruttando la registrazione di un segnale biologico (ECG, EMG, EEG), si produce un segnale sonoro, visivo o tattile da somministrare al paziente.

Da qui è partito il Dr. Attard Trevisan, l’inventore di MenteAutism. Trevisan utilizza la tecnologia Neurofeedback per aiutare a rilassare la mente dei bambini con autismo, consentendo loro di concentrarsi meglio e impegnarsi positivamente con il loro ambiente.

Il dispositivo è composto da tablet, software e dalla fascia avente cinque sensori, definiti “elettrodi EEG sensibili”, che captano le onde (Alpha, Beta e Delta) emesse dal cervello per fornire dati clinici paragonabili all’EEG. MenteAutism utilizza un sistema specializzato per studiare l’attività cerebrale dell’utente e riduce le onde cerebrali delta, attraverso la creazione di battiti binaurali personalizzati.

La A.S.D. è uno spettro di disordini che variano da persona a persona. I suoi effetti sono evidenti col tempo. In qualche bambino i risultati positivi si vedono dopo giorni, mentre altri mostrano cambiamenti durante un periodo di settimane o mesi. I benefici osservati negli studi e nelle terapie includono: abilità di comunicazione migliorate, comportamento migliorato, tempi di attenzione e apprendimento più lunghi, stimolazione alla creatività.

In confronto agli altri trattamenti quali l’utilizzo di psicofarmaci, integratori di vitamine e minerali, il Neurofeedback è un intervento non invasivo. La terapia aumenta la neuro-regolazione e le funzioni metaboliche e perdura anche dopo l’interruzione delle pratiche terapiche.

 

https://www.menteautism.it/sistema-menteautism/

Commenta questo post