Il disturbo dello Spettro Autistico viene definito come un disturbo del neuro-sviluppo caratterizzato da difficoltà nell’ambito socio-comunicativo e nel dominio motorio.

Come studiato e analizzato da Teitelbaum, è stato rilevato che i bambini con autismo presentano delle anormalità nel tono muscolare e nei riflessi, goffaggine, iperattività e movimenti stereotipati; inoltre, alcuni bambini possono presentare instabilità posturale, un cammino con passi molto corti o sulla punta dei piedi e una coordinazione del movimento degli arti molto scarsa.

Questi pazienti presentano spesso un ritardo nell’iniziare, cambiare o arrestare una sequenza motoria e presentano volti inespressivi con piccoli movimenti spontanei, tutti sintomi caratteristici dei disturbi motori extrapiramidali.

I bambini con disturbo dello spettro autistico mostrano, inoltre, disturbi di coordinazione che possono essere associati a disfunzioni celebrali.

E’ stato notato inoltre che i bambini con disturbo dello spettro autistico falliscono nell’anticipare le conseguenze motorie dell’obiettivo finale dell’azione, sia quando l’azione è eseguita, sia quando è osservata.

Un’altra problematica riscontrata in uno studio di Boria, Fabbri-Destro M, Cattaneo L  viene dimostrato come i bambini affetti da autismo hanno grosse difficoltà nel comprendere i movimenti altrui e quindi fanno anche fatica a comprenderne le intenzioni.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19440332

http://www.pnas.org/content/95/23/13982.full.pdf

 

 

 

 

Commenta questo post