Snap Scene di Tobii Dynavox

L’innovazione digitale e la diffusione di devices elettronici nella vita di tutti i giorni permettono sempre di più l’utilizzo dei vocas in bambini affetti da autismo come mezzo di inclusione.

I bambini possono esprimersi grazie all’utilizzo di messaggi pre-registrati. L’utilizzo dei vocas aiuta i soggetti a capire la relazione causa-effetto del linguaggio attraverso questo genere di strumenti che sono percepiti dai bambini come divertenti.

 

Come nel caso dell’app Snap Scene viene riscontrato che:

  • i bambini riescono effettivamente ad imparare ad utilizzare i vocas rispetto a diverse funzioni del linguaggio: richiesta, fare commenti, etc.
  • i vocas aiutano a generalizzare i concetti legati al suo utilizzo
  • l’utilizzo di questo genere di strumenti aumenta l’utilizzo della gestualità, delle parole, delle vocalizzazioni
  • aumentano le interazioni e lo scambio con i coetanei

Inoltre le registrazioni audio possono essere utilizzate per focalizzare le abilità di comunicazione e per evitare inappropriati comportamenti (interruzione, linguaggio ripetitivo, etc.) così come per rinforzare l’autocontrollo limitando la frustrazione del bambino.

 

Fonti:

Spaziani L., DigitAbili. L’innovazione tecnologica come opportunità per superare l’handicap, Franco Angeli, Milano 2016

http://www.genitoricontroautismo.org/files/Doc1TecnologiaAssistiva.pdf visitato il 3/10/17

https://www.tobiidynavox.com/support-training/videos/snap-scene/snap-scene-and-autism/ visitato il 3/10/17

Commenta questo post