“WeOrder” coinvolge i ragazzi nell’apparecchiare e sparecchiare la tavola tramite le istruzioni contenute nella lavagna interattiva e al posizionamento ordinato delle stoviglie all’interno del carrello.

RENDER2  RENDER5RENDER4

 

 

 

 

 

Il carrello è composto da 5 cestelli in plastica (3x posate, 1x bicchieri, 1x piatti) facilmente estraibili e inseribili in lavastoviglie:

questa idea oltre a velocizzare e semplificare il lavoro del Caregiver, coinvolgendo il ragazzo autistico anche in una prima fase di pulizia e sistemazione delle stoviglie utilizzate durante i pasti.
E’ inoltre dotato di un piano d’appoggio estraibile per i vassoi, ripiani modulabili e utilizzabili a piacimento e un cestino per i rifiuti accumulati alla fine dei pasti.
Una volta terminato il pasto viene trasportato nuovamente e senza difficoltà nella sua nicchia in cucina. Le sue superfici e materiali lo rendono completamente lavabile e resistenti a qualunque agente corrosivo.

Progettato per piccoli centri e scuole, è adatto ad utenti autistici di qualsiasi età grazie al suo dimensionamento (1300 mm x 1000 mm x 560 mm), ma altrettanto utilizzabile da persone normodotate.

RENDER3RENDER1

 

 

 

 

 

 

La lavagna interattiva ha due bacheche magnetiche gestite dal Caregiver:

la prima, esterna, viene sfruttata durante le diverse attività della giornata ed è personalizzabile sia dagli utenti sia dagli operatori;

la seconda, interna, contenente le informazioni cognitive per gli utenti, viene invece mostrata durante i pasti e modificata dall’operatore tramite l’applicazione di icone a calamita (in dotazione) a seconda delle azioni da svolgere e dalle capacità del ragazzo.

Questo sistema punta a insegnare e rendere poco alla volta più indipendenti e consapevoli gli utenti autistici nelle operazioni che precedono e seguono il pasto.

book laltrosenso

Book progettuale con schizzi e considerazioni.

 

L'ALTRO SENSO LOGOGruppo 5 – L’ALTRO SENSO

Candelma Mattia

Bistaffa Leonardo

Bianchi Andrea

Alessandri Giulia

Commenta questo post