Skip to main content

Autore: Chiara Alessi

Link: http://www.chiaraalessi.com/portfolio/linnovazione-sociale-quando-tutti-progettano/

Nel suo libro parla di design diffuso, design esperto e design emergente. Che cosa sottostà a questi tre diversi concetti di design? Design diffuso emerge da un mix di senso critico (riconoscere qualcosa che andrebbe cambiato), creatività (immaginare un cambiamento) e senso pratico (mettere in pratica delle strategie per attuare quel cambiamento). Design esperto è invece il risultato di attività ed esperienze che hanno portato a coltivare una particolare capacità umana di cui tutti dispongono, a rafforzarla con strumenti e competenze, ad arricchirla con lo sviluppo di una speciale sensibilità e cultura. Si tratta, in entrambi i casi, di attitudini e capacità progettuali, sempre esistite, ma oggi, proprio perché tutti (singole persone, gruppi, comunità, imprese, associazioni ed anche istituzioni, città e intere regioni) progettano, diventa utile e necessario che ci sia qualcuno (esperto) che li aiuti a farlo. Design emergente mi riferisco proprio a ciò che già oggi possiamo riconoscere come il design del XXI Secolo: un design che si propone come un insieme di competenze, sensibilità e strumenti culturali applicabili a ogni problema complesso in cui la dimensione socio-culturale e quella tecnico-economica non possono essere separate. Un design che opera in un mondo connesso in cui ogni attività progettuale diventa, di fatto, una co-progettazione cui contribuiscono una varietà di attori sociali, inclusi quelli che tradizionalmente sono stati considerati gli utenti finali.

Leave a Reply