Skip to main content

Image source: The Economist

“CareAlert è dotato di diverse funzioni tecnologiche che lo rendono senza dubbio un oggetto utile e innovativo: smart. L’aggettivo “intelligente” acquisisce anche un altro significato collegato al metodo progettuale. Esso guarda direttamente ai bisogni dell’utente per la corretta definizione delle funzioni dell’oggetto. L’attenzione ai desideri di una persona anziana è ciò che differenzia questo prodotto; la tecnologia necessaria al funzionamento viene presentata con delicatezza in una veste accettabile da una persona non avvezza al digitale, senza però rinunciare ad un controllo efficace dell’ambiente. Questo prodotto, come molti altri dispositivi tecnologici, cela problematiche legate allo smaltimento delle componenti necessarie al funzionamento. Il compito dei designer, in questi casi, è di progettare un disassemblaggio semplice e veloce, per compensare l’utilizzo di materiali indispensabili, ma non sostenibili.”

Biella Lucia

About the project

CareAlert nasce per rispondere ad un bisogno riscontrato dal suo ideatore e cofondatore dell’azienda SensorCall.

“Erano le 23.00 quando io e mia moglie Lili siamo saltati in macchina. La madre di Lili era uscita a fare shopping e avrebbe già dovuto essere tornata a casa, ma non ci aveva ancora chiamato. La nostra telefonata ha fatto scattare immediatamente la segreteria telefonica di sua madre: a questo punto Lili si è preoccupata.

Il percorso di tre miglia per raggiungere la casa di mia suocera è sembrato di trenta. Ci siamo precipitati all’interno solo per trovare sua madre seduta nel soggiorno a giocare a solitario con il suo iPad. Il telefono fisso era accidentalmente scivolato dal gancio e il cellulare era nella borsa, con la batteria scarica. Andava tutto bene.

Durante il viaggio di ritorno a casa quella notte il mio sollievo si tramutò rapidamente in curiosità. Ci doveva essere un modo per assicurarsi che l’anziana fosse al sicuro senza ricorrere a telefonate frenetiche e corse a tarda notte.”

Source: sensorscall.com

Source: yankodesign.com

About its value

Dall’osservazione Fereydoun Taslimi ha definito quali caratteristiche dovesse avere il prodotto. Era necessario che CareAlert non risultasse un elemento tecnologico invasivo che facesse sentire l’anziano violato nella propria privacy. Da ciò deriva la sua funzione come luce notturna che rende il prodotto utile anche all’anziano e non solo al vero destinatario del servizio. Egli ottiene attraverso l’applicazione diverse informazioni, quali i livelli di ossigeno, umidità e temperatura della stanza all’interno della quale il genitore si muove. CareAlert inoltre impara le abitudini e segnala eventuali cambiamenti in esse per una maggiore sicurezza. E’ anche possibile impostare promemoria per i medicinali e mettersi in contatto con l’anziano in alternativa alle tradizionali chiamate.

Source: sensorscall.com

Source: yankodesign.com

Leave a Reply